La nostra storia

Una storia di crescita e innovazione

1936 — La nostra azienda nasce in maniera semplice, quando Frank Russell apre una società di intermediazione finanziaria a Tacoma, Washington, negli USA.

1958 — Ventidue anni dopo, George Russell, neolaureato presso la Harvard Business School, entra a far parte della società del nonno. Dopo pochi mesi, Frank muore improvvisamente, lasciando George e un assistente come unico staff dell’azienda. George non si perde d’animo e, nel corso di dieci anni, trasforma l’azienda in una società di gestione finanziaria di successo.

1969 — George identifica un’esigenza nel settore: le aziende hanno bisogno di aiuto per individuare le società di gestione finanziaria più abili nella gestione degli investimenti pensionistici. A tale scopo, George sviluppa un processo di valutazione che propone a JC Penney. L’era della consulenza per gli investimenti istituzionali ha così inizio. E JC Penney è ancora oggi un nostro cliente. Per estendere l’idea di George ad altre società americane, l’azienda apre una sede a New York e, in soli cinque anni, riesce ad acquisire 40 clienti importanti negli USA.

1979 — È dunque arrivato il momento di espandersi a livello internazionale. George incarica Jan Twardowski di aprire una sede a Londra e da lì ha inizio il nostro impegno globale.

1980 — Iniziamo a gestire direttamente le finanze istituzionali, senza limitarci a fornire solo consulenza. I nostri Assets Under Management (AUM) iniziano a crescere.

1984 — I nostri ricercatori individuano l’esigenza di una migliore valutazione del successo delle società di gestione finanziaria e creano così i Russell Indexes, dei benchmark che sono ancora oggi i più utilizzati rispetto a tutti gli altri indici istituzionali.

1986 — La nostra espansione globale continua, con l’apertura di nuovi uffici a Tokyo e Sydney.

1990 — Sei mesi dopo la caduta del muro di Berlino, George fonda Russell 20-20 per mettere in contatto i paesi in cerca di capitali con importanti gestori degli investimenti ed esperti del settore finanziario.

1993 — George nomina Mike Phillips CEO di Russell Investments, appena il terzo a ricoprire questo incarico dal 1936.

1999 — Northwestern Mutual, il maggior fornitore di assicurazioni individuali del ramo vita negli USA, acquisisce la nostra azienda, ma il nome, la gestione, le sedi, l’approccio agli investimenti e la filosofia aziendale rimangono inalterati. Nello stesso anno ci siamo anche classificati al numero 15 nella lista "Best Companies to Work for in America" della rivista Fortune.

2003 — Craig Ueland è nominato presidente a luglio del 2003 e diviene così il nostro quarto CEO, a partire da gennaio 2004.

2004 — In questo anno raggiungiamo i 100 miliardi di dollari in AUM. Alla fine del 2004 i nostri AUM arrivano a $134 miliardi. Nello stesso anno acquisiamo anche Pantheon, una società globale con sede a Londra, specializzata in fondi-di-fondi nel settore private equity, nonché i servizi HR australiani di Towers Perrin ad agosto, una mossa che ha aggiunto ai nostri ranghi più di 270 associati Russell e che ci ha consentito di offrire una varietà impareggiabile di soluzioni di investimento e servizi amministrativi.

2005 — Inauguriamo la Focused Giving Initiative, con l'impegno a sostenere e finanziare progetti filantropici volti a promuovere l'alfabetizzazione in campo finanziario e a sostenere l’infanzia.

2007 — La nostra importante famiglia di indici azionari USA diviene globale con il lancio dei Russell Global Indexes e arriviamo ad occupare la posizione n. 30 nella lista "Best Companies to Work For in America" della rivista Fortune. Inoltre, nell’estate di quest’anno superiamo i 220 miliardi di dollari in AUM.

2009 — La società ha annunciato una nuova gamma di servizi innovativi denominata Enhanced Asset Allocation (EAA), ha introdotto il consiglio per l'innovazione globale per aiutare a portare le migliori nuove idee dei nostri partner sul mercato a livello globale, e ha nominato Andrew S. Doman come presidente e CEO.

2010 — Abbiamo aperto il nostro nuovo ufficio centrale nel Russell Investments Center nel centro di Seattle e lanciato il nostro fondo multi-manager per le strategie sulle commodity.

2011 — Abbiamo celebrato il 75° anniversario del gruppo, introdotto il nostro approccio all'investimento Conscious Currency™ e nominato Len Brennan come presidente e CEO.

2012 — La società ha lanciato fondi innovativi (strategic call overwriting, alternative multi-strategy e azionario strategico Usa) per gli investitori statunitensi attraverso i loro consulenti finanziari, lanciato una gamma di fondi di investimento liability-driven con un target sulla duration (LDI) per investitori istituzionali e ampliato il team LDI.

2013 — Russell Investments ha nominato Jeff Hussey come Chief Investment Officer e Pete Gunning come CIO per la regione Asia-Pacifico, ha lanciato una gamma sulle infrastrutture e sul real estate globale per gli investitori canadesi, presentato la "prossima generazione" di investimenti target per gli sponsor su piani istituzionali, ricevuto l'Asia Transition Manager of the Year tra i premi "Best of the Best" Asia Asset Management e vinto il premio per l'innovazione nel settore della rivista aiCIO per l'outsourcing di investimenti.

2014 — Abbiamo superato i 250 miliardi di dollari di patrimonio in gestione, fatto un investimento strategico in NextCapital per aiutare la crescita dei nostri Russell Adaptive Retirement Accounts nel mercato previdenziale. Nel frattempo il London Stock Exchange Group ha completato l’acquisizione di Russell Investments.

2015 — La società ha costituito un’attività interamente di proprietà straniera in Cina, Russell Investments Advisors Shanghai Ltd, ha aperto un nuovo ufficio a Shanghai, ampliato l’offerta di fondi tax-managed e potenziato l'asset allocation strategica in portafogli modello tax-managed, lanciato il fondo orientato al reddito multi-strategy per investitori statunitensi attraverso consulenti finanziari, potenziato il nostro team globale di investment strategist con un ulteriore strategist sul mercato statunitense, ricevuto il premio "Industry Innovation Award" della rivista Chief Investment Officer per il transition management, lanciato il Russell FX Network, un servizio di esecuzione completo per investitori istituzionali e introdotto la strategia di investimento sulla decarbonizzazione come parte della propria ricerca all’avanguardia sugli investimenti ambientali, sociali e di governance (ESG).

2016 — TA Associates e Reverence Capital Partners hanno completato l'acquisizione delle attività di gestione patrimoniale di Russell Investments dal London Stock Exchange Group. Nel frattempo, Russell Investments ha ampliato il proprio gruppo dirigente nominando presidente Vernon Barback, ha firmato un accordo di rilievo con China Asset Management Co., Ltd, incaricato Mark Spina di dirigere l'attività di consulenza per gli Stati Uniti, ampliato l'accessibilità dell’RFX Network tramite Eze Software e Charles River Network Service, è stata premiato con il premio Strategist of the Year da Envestnet | PMC e Investment Advisor e ha sviluppato il nuovo team di strategia e ricerca per i clienti globali all'interno della divisione investimenti, al fine di integrare l'intera gamma di competenze nell'asset allocation su settori e a livello geografico.

2017 — Russell Investments ha nominato Michelle Seitz Chairman & CEO, ha ottenuto il premio per l'innovazione del settore 2017 da parte di Chief Investment Officer per l'outsourcing degli investimenti, raggiunto il più alto grado possibile di "A+" su otto categorie di investimenti responsabili secondo i Principi di investimento responsabile delle Nazioni Unite, nominato Joseph "Joe" Linhares come capo EMEA, Toby Hoden come primo chief marketing officer globale nella storia della società e Bryan Weeks a capo delle attività istituzionali americane e ha lanciato il fondo azionario globale a basse emissioni di carbonio in Australia, Nuova Zelanda, Canada e in diversi paesi della zona euro.

2018 — Abbiamo ricevuto il premio "Best of Best" sui fondi multisector della rivista Money per aver fornito agli investitori australiani le soluzioni multi-asset più innovative.

Site preferences